Candidosi orale: cosa è, come curarla e prevenirla

Hai mai sentito parlare di candidosi orale? No! Dovresti sapere che cosa è perché potrebbe capitare anche a te.
In quest’articolo la nostra specialista di Igiene Orale Claudia Cappon ci racconta tutto e ci dice come prevenirla e curarla.

Candidosi orale: che cosa è e come si manifesta

La CANDIDA ALBICANS è un fungo che normalmente è presente nella nostra bocca, ma in determinate circostanze che portano a un cambiamento dell’ambiente del cavo orale, si può avere una sua crescita eccessiva.

In questo caso parliamo di candidosi orale, nota anche con il nome di mughetto.

Si manifesta come una patina bianca, generalmente sul dorso e sui lati della lingua e sulle gengive e può esser asportata semplicemente con una garzina.

La sola asportazione non serve però ad eliminarla: la candidosi orale tende a ricomparire se non viene trattata con una terapia adeguata.

La sua presenza può essere associata a sintomi come il dolore, bruciore, alterazione del gusto (gusto metallico) o assenza totale del gusto e alitosi per aumento della placca sulla superficie ruvida della candida.

In vari casi può essere anche contagiosa, quindi, se ritieni di soffrirne, dovresti prestare attenzione in particolare all’uso personale di bicchieri e posate.

La candida è una ifa (ha cioè la forma di un filamento, se sono tanti prende il nome di micelio) e si può presentare in diversi modi:

  • pseudomembranosa: si presenta con chiazze bianche che si rimuovono con una garzina scoprendo una mucosa rossastra
  • eritematosa: si presenta associata a lesioni rosse
  • iperplastica: sono presenti placche bianche con una superficie ruvida
  • cheilite angolare: ulcerazioni ed eritemi ai lati della bocca nel punto in cui si uniscono il labbro superiore e quello inferiore.

Candidosi orale: perché compare e chi colpisce

I motivi della sua comparsa possono essere diversi.

Tra questi ci possono essere:

  • terapia antibiotica prolungata
  • terapia prolungata con il cortisone
  • immunodepressione (radioterapia e chemioterapia)
  • diabete mellito
  • carenza salivare
  • alimentazione carente di ferro o vitamina B12
  • abuso di alcool
  • fumo
  • stress
  • protesi totali dentarie incongrue che non vengono pulite in modo corretto, tenute in bocca per tante ore e/o giorni
  • dieta acida con un alto apporto di carboidrati e basso apporto di frutta e verdura
  • dieta ricca di junk food (biscotti, merendine, gelati, fast food…)

Inoltre, dagli ultimi studi si evince che candida e carie vanno a “braccetto”.
La candida, infatti, fermenta gli zuccheri, che sono il nutriente dei batteri, streptococchi, responsabili della patologia cariosa, creando un ambiente acidofilo ideale per la crescita dei batteri cariogeni.

Il mughetto è spesso presente nei neonati, soprattutto se non sono allattati al seno, perché attraverso il latte materno vengono introdotti bifidobatteri e lattobacilli che creano un microbiota benefico per il neonato e sfavorevole alla candida.

I sintomi nel neonato, oltre alla presenza della patina bianca sulle mucose della bocca, sono febbre, tosse e mancanza di appetito.

Come curare la candidosi orale e prevenirla?

Facciamo chiarezza sui rimedi “fai da te” come per esempio gli sciacqui al bicarbonato.
Gli sciacqui non eliminano il problema, anche se alleviano la sensazione di bruciore e secchezza in bocca.

L’unico modo per curare la candida è l’uso di farmaci antifungini (antimicotici) secondo prescrizione medica e nei casi più gravi serve la visita di un anatomopatologo che possa capire le cause del problema.

Per prevenire la candidosi orale, ti consigliamo:

  • di effettuare un’igiene orale domiciliare scrupolosa almeno 2 volte al giorno
  • di programmare un igiene orale professionale almeno ogni 6 mesi
  • se utilizzi farmaci da inalare, di sciacquare la bocca subito dopo
  • di pulire le protesi dentarie in modo adeguato con un apposito spazzolino
  • di diminuire gli zuccheri nella dieta
  • di bere molta acqua (2 litri al giorno)
  • di evitare di fumare
  • di prenotare controlli periodici dal dentista

Concludendo, la candidosi orale è una condizione sicuramente non piacevole e che può capitare frequentemente per svariati motivi.
La cosa importante è saperla riconoscere e se così fosse ti suggeriamo di prenotare subito una visita dal tuo dentista o medico di fiducia

Dott.ssa Claudia Cappon

 

BIBLIOGRAFIA:
-The relationship of Candida Albicans with the oral bacterial microbiome in health disease
di Matinna Bertolini at all.- adv EXP MED BIOL-2019
-Diagnosis and menagement of candidosis
di M.A.O Lewis; D.W Williams- br Dent J. 2017
-Candida and dental caries in children, adolescents and adults: a systematic review and meta-analysis
di G. Eidt at all -arch Oral Biol 2020

© riproduzione riservata

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su email

Prenota oggi il tuo appuntamento a Modena