PULIZIA PROTESI

Le protesi dentali, così come i denti naturali, necessitano di una accurata igiene domiciliare quotidiana, infatti è possibile un accumulo di placca e tartaro, con conseguente irritazione delle mucose del cavo orale.
Ovviamente l’approccio sarà diverso a seconda che siano protesi fisse (corone e ponti) , parzialmente rimovibili (scheletrati, o protesi con ganci), o completamente rimovibili (protesi totali o dentiere).
Le protesi rimovibili andranno deterse dopo ogni pasto, togliendole dalla bocca e usando gli appositi presidi consigliati dall’igienista dentale o dal dentista, come lo spazzolino dedicato, il sapone di marsiglia da preferire al dentifricio, che potrebbe esser troppo abrasivo.
Ma l’aspetto che vorremmo sottolineare è la necessità di controlli programmati e periodici per verificare lo stato di salute delle mucose del cavo orale e per una detersione e igienizzazione professionale della protesi, che ha la finalità di rimuovere quei depositi di placca, tartaro e macchie difficilmente raggiungibili con il solo spazzolamento.

Un’apparecchiatura dedicata che sfrutta la rotazione di piccoli aghi all’interno di un campo magnetico  permette in poco tempo, di pulire al meglio la protesi senza rovinarne la superficie.

 

© riproduzione riservata