PROFILASSI ANTIBIOTICA

In occasione di tutte le procedure odontoiatriche che prevedono anche il minimo sanguinamento o la possibilità di disseminare batteri è necessaria la profilassi antibiotica per pazienti a medio e alto rischio di endocardite batterica.

Rientrano in queste categorie i pazienti con le seguenti condizioni mediche:

– malattie valvolari cardiache

– pregresse endocarditi

– shunts polmonari

– cardiomiopatie ipertrofica

– Prolasso della valvola mitrale con rigurgito

– protesi valvolari cardiache

– protesi ortopediche in caso di immunodepressione

– shunt ventricolo-atriali per idrocefalo

– emodialisi con shunt arteriovenosi

– innesti valvolari se applicati da meno di 6 mesi

Si consiglia di segnalare all’odontoiatra tali condizioni prima della seduta odontoiatrica per poter ricevere le istruzioni del caso circa l’assunzione dell’antibiotico.

 

© riproduzione riservata