LO SPAZZOLINO

Lo spazzolino è lo strumento fondamentale per effettuare una corretta igiene orale domiciliare. Per una pulizia ideale, lo spazzolino dovrebbe essere utilizzato dopo ogni pasto, nel caso non sia possibile utilizzarlo in questo modo si consiglia al paziente di prestare molta cura alla pulizia serale, effettuata poco prima di andare a dormire. La pulizia serale deve essere più curata delle altre perché durante il sonno il flusso salivare si abbassa, determinando così un abbassamento dell’effetto di “lavaggio” della saliva sulle superfici dei denti.

Lo spazzolino ideale deve avere le seguenti caratteristiche:

–  una testina piccola per raggiungere tutte le zone della bocca;
–  setole medie o morbide per non traumatizzare troppo le gengive;
–  non avere inserti in plastica sporgenti e potenzialmente dannosi;
–  una presa ergonomica e confortevole.

Lo spazzolino elettrico è il migliore spazzolino in commercio. Per lo spazzolino elettrico è necessario solo passare sulle superfici di ogni dente (superficie esterna, interna e masticatoria) per circa un secondo o poco più, senza premere eccessivamente,  seguendo la forma del dente e la curva delle gengive.  Al resto pensa tutto lo spazzolino con un movimento rotatorio e oscillatorio della testina, per disgregare la placca. E’ importante ricordare che l’uso dello spazzolino deve avvenire senza dentifricio, per mantenere l’elasticità delle setole che così asporteranno un maggiore quantitativo di placca.

Al paziente si potranno consigliare anche eventualmente spazzolini speciali come: spazzolini monociuffo (per raggiungere le zone più posteriori o difficilmente accessibili con una testina grossa), spazzolini ortodontici (per i portatori di apparecchi ortodontici), etc…

 

© riproduzione riservata