PER ESSERE UN OTTIMO ATLETA METTI IL BITE

Atleti e Bite

Il Bite.

 

Sappiamo tutti che per ottenere buoni risultati sportivi bisogna “stringere i denti”, ma non si tratta solo di allenarsi duramente, qui non parliamo di denti in senso metaforico.
È necessario, infatti, che l’arcata superiore e quella inferiore chiudano in maniera perfetta, al fine di evitare disturbi muscolari e prestazioni inferiori alle proprie capacità.

Un recente studio condotto dall'odontoiatra Dott. Beraldi, dell’Università degli Studi di Milano-Bicocca, ha dimostrato la correlazione tra la prestazione sportiva e l’occlusione dentale.
Attraverso l’uso del bite - una semplice placca di resina posta tra le arcate dentarie - si è notato un aumento del 4,6% della forza massima dell’atleta e un incremento del 6,6% del lavoro.

Questo non significa che per ottenere buoni risultati si deve per forza portare il bite, ma che, se ci sono problemi di occlusione, questi potrebbero interferire con il risultato della prestazione sportiva.
Inoltre, ricordatevi che il bite va fatto su misura; ogni caso va studiato e trattato nel modo più consono per evitare peggioramenti nella chiusura.

 

© riproduzione riservata

No Comments

Post A Comment