I RIVELATORI DI PLACCA

Rilevatori di Olacca

I rivelatori di placca batterica – la sostanza biancastra che si deposita sui denti – sono sostanze che, sotto forma liquida o di compresse, evidenziano la placca rendendola visibile; sono indispensabili per verificare l’efficacia delle manovre di igiene orale sia domiciliare che professionale.

Meccanismo d’azione

Il rivelatore rilascia una particolare sostanza colorante che, diffusa per mezzo della saliva sulla superficie dei denti, viene trattenuta dal deposito di placca che, così facendo, assume il colore del rivelatore. Quando la pigmentazione è completa, si può valutare facilmente la situazione e possono essere evidenziate le zone che hanno bisogno di un’attenzione particolare durante le manovre igieniche.

Scopo: individuazione dei depositi invisibili della placca batterica

Istruzione del paziente sulla localizzazione e sui metodi per la rimozione dei depositi molli; valutazione quotidiana da parte del paziente; valutazione, nel tempo, dell’efficacia delle tecniche di rimozione della placca; studi e ricerche sui meccanismi di formazione della placca, sull’efficacia dei mezzi per il suo controllo e valutazione dei programmi clinici e delle tecniche di istruzione per la pulizia  del cavo orale.

Metodi di applicazione

I metodi principali sono: l’applicazione diretta di una soluzione, tecnica con sciacqui e l’uso di compresse o cialde masticabili.

In tutti i casi è comunque necessario eseguire preventivamente un esame accurato del cavo orale e una valutazione dei tessuti gengivali, dal momento che il rivelatore potrebbe mascherare i colori.

L’applicazione diretta si esegue dopo che il paziente si è sciacquato per bene la bocca e i denti sono stati asciugati con aria compressa. Si porta la sostanza colorante direttamente sulle corone dei denti servendosi di un tampone o di un batuffolo di cotone. Dopo di ché, il paziente dovrà distribuire uniformemente la sostanza su tutte le superfici, passandovi sopra la lingua; quindi si esaminerà la distribuzione del prodotto e, se necessario, il paziente dovrà sciacquarsi.

Per l’applicazione mediante sciacqui si diluiscono in acqua alcune gocce del preparato colorante; il paziente dovrà sciacquarsi la bocca con la soluzione ottenuta, in modo da raggiungere le superfici di tutti i denti.

L’ultimo metodo consiste nel masticare bene la cialda passandola accuratamente per tutta la bocca; infine si procede allo sciacquo.

Valutazione della placca

Per la valutazione della quantità di placca batterica mediante l’uso del rivelatore bisogna tener presente che le superfici dei denti, se sono pulite, non assorbono la sostanza colorante. Il colore viene assorbito dalla pellicola e dalla placca, che vengono cosi evidenziate. La pellicola assume un colore più chiaro e trasparente, mentre la placca diventa più scura e opaca.

Doppia colorazione: la placca di recente formazione, sottile e sopragengivale, assume una tonalità rossa; quella più vecchia e spessa, invece, assume un colore bluastro. Questa, generalmente, è localizzata al margine gengivale e subito sotto di esso, in particolare sulle superfici prossimali.

 

© riproduzione riservata

No Comments

Post A Comment