SI E’ ROTTO IL DENTE DI MIO FIGLIO: CHE FACCIO?

rottura

Capita di ricevere una telefonata dalla scuola o dalla mamma di un amichetto o dal campo di allenamento di uno dei nostri figli per sentirci dire che il bimbo ha subito la frattura di una parte di dente o, addirittura, l’espulsione di esso.

È un momento di grande angoscia che può, tuttavia, essere superato seguendo alcune semplici regole.

Non appena si verifica il trauma il bambino deve essere medicato e, se sanguinante, tamponato per poi verificare l’entità del trauma. Questa medicazione va eseguita con panni puliti inumiditi e va applicato immediatamente del ghiaccio o altre sostanze fredde (contenitori ghiacciati o alimenti congelati) sulla zona colpita dal trauma. Il sanguinamento si fermerà entro qualche minuto.

Se il trauma ha provocato la lesione del dente con distacco di una parte della corona dentale, cercate di recuperare il frammento mancante e, quando trovato, ponetelo in un contenitore riempito con soluzione fisiologica (la trovate in farmacia) oppure nel latte. Portate il prima possibile il bambino dal vostro dentista di fiducia, con il frammento del dente; il trauma si potrà probabilmente risolvere con il solo riattacco della parte fratturata grazie ad appositi materiali.

In questo caso, nelle settimane successive sarà necessario verificare se il trauma abbia determinato danni alla polpa dentaria.

Se, invece, il trauma ha determinato la completa espulsione del dente dalla sua sede, recuperate il dente e ponetelo in soluzione fisiologica o nel latte. Il dente può essere reinserito nella sede dalla quale è stato espulso e può recuperare la sua stabilità e funzione. Se si tratta di un dente permanente esso va reimpiantato il prima possibile. È indispensabile che il bambino sia subito visitato dal vostro dentista perché, se il reimpianto dentale sarà eseguito entro la prima ora dalla fuoriuscita, la prognosi sarà molto favorevole. Un ritardo nei tempi di intervento del reimpianto dentale produrrà una riduzione delle probabilità di successo di esso nel tempo.

È comunque necessario essere consapevoli che il dente reimpiantato può, negli anni successivi, andare incontro al riassorbimento della radice dentale, e ciò potrà anche richiedere l’estrazione del dente.

Per evitare il rischio di traumi ai denti, è opportuno prevenire la lesione indossando mascherine dentali di protezione.

 

© riproduzione riservata

No Comments

Post A Comment